Seleziona una pagina

Quando si tratta di scegliere quale display compatibile acquistare per procedere con la riparazione del nostro iPhone X o superiore, bisogna tener conto delle molteplici differenze che questi componenti presentano fra loro come ad esempio display Hard OLED, Soft OLED e In-Cell. E oltre che selezionare un marchio affidabile, vanno esaminate anche altre varianti. Ve le elencherò qui in basso, ed infine vi illustrerò un altro “problemino” risolvibile che inevitabilmente si presenterà dopo la sostituzione.

 

 

 

INDICE

 

 

Hard OLED, Soft OLED e In-Cell

Prima di parlarvi dei marchi su cui poter far affidamento in materia di qualità, illustriamo le differenze che caratterizzano i vari display. Tale discorso è prettamente legato soltanto ai display per iPhone X o superiore (come iPhone XS, 11 Pro, 12 ecc). 

  • Hard OLED

 

 

 

Ciò che differenzia maggiormente i display Hard OLED sono la resa ottimale di colori paragonabile all’originale e una maggiore luminosità. Ma tale modello presenta un pannello più rigido, questo può comportare più facilmente una rottura derivante da urti accidentali. Prestare attenzione, non ho detto che sia fragile e che sicuro si rompa ma che sia più delicato del più costoso modello Soft OLED.

 

Ricapitolando:
  • Display più economico di quello Soft, con un prezzo che si aggira fra i 67€ e gli 80€;
  • Più fragile e leggermente meno resistente agli urti;
  • Eccellente contrasto cromatico;
  • Resa ottimale dei colori;
  • Eccellente luminosità;
  • La cornice o contorno nero più doppio riduce di pochissimo la dimensione del display, e quindi dell’immagine visualizzata rispetto all’originale;
  • Leggermente più spesso;
  • Consumo di batteria pari all’originale;

 

  • Soft OLED

 

 

A differenza del modello appena descritto, il pannello di un display Soft OLED è più sottile, e questo insieme alla maggiore flessibilità consentono di assorbire maggiormente gli urti e diminuire di molto il rischio di rotture e guasti.

 

Ricapitolando:

  • Display più costoso con un prezzo che si aggira fra i 99€ e i 110€;
  • Più resistente agli urti;
  • Qualità pari all’originale;
  • Eccellente contrasto cromatico;
  • Resa colori ottimale;
  • Buona luminosità;
  • Dimensioni e quindi spessore del display pari all’originale;
  • Consumo di batteria pari all’originale;

 

  • In-Cell

 

 

 

Per quanto riguarda i display In-Cell, presentano come l’originale il modulo touch e l’LCD (che ha la funzione di visualizzare le immagini) sullo stesso strato del pannello. in questo modo il tocco e quindi la sua sensibilità risulterà ottimale, reattiva, più piacevole e fluida. Ciò si unisce ad un minor peso e spessore rendendolo più compatto e simile all’originale (ad esempio dopo il montaggio, osservando l’iphone lateralmente noteremo che lo spessore sarà uguale a quello originale). L’unico modello tra i  più recenti che monta questa tecnologia è l‘iPhone 11, in quanto dal modello X in poi sono tutti OLED.

 

Naturalmente per l’acquisto degli stessi segui questa guida dove ti elencherò anche quelli già selezionati da me e quindi più sicuri , clicca su “Sostituzione display iPhone, come riconoscere i migliori“.

 

 

 

 

 

 

 

Migliori marche display iPhone

 

Marchi che danno un rapporto qualità/prezzo eccellente si susseguono costantemente. Ad oggi oltre che utilizzare la solita dicitura “TIANMA” per selezionare i display con una qualità prossima all’originale o addirittura identica, per esserne più certi meglio fare affidamento su le seguenti marche che a differenza di altri presentano le distinzioni caratteristiche elencate sopra. Ovvero queste marche avranno modelli display Hard OLED e Soft OLED. Mentre se ricercate semplicemente display TIANMA questa differenza non la troverete.

 

  • GX

 

 

GX è una delle migliori marche in assoluto in commercio per display iPhone X o superiore. Resa di colori e una luminosità eccellente fanno di questa azienda quella che maggiormente si avvicina alla qualità originale. Anzi forse non vi è più differenza fra un display GX e un display originale Apple. Certo di contro andremo verso un prezzo più alto, potremmo risparmiare qualcosa scegliendo la versione Hard OLED e state tranquilli per la pericolosità derivante dal fatto che sia più rigido, in ogni caso è sempre meglio evitare di far cadere il proprio smartphone perché oltre al display potrebbe recare danno anche a componenti interni.

 

 

 

PS: Se ti è stato utile questo articolo, potresti mettere un “Mi piace” alla mia pagina facebook? Cosi avrai nota di ogni articolo futuro e potrai interagire con me per qualsiasi problematica in campo informatico. Trovi il pulsante in alto a sinistra dello schermo. Grazie per il tuo interesse.

 

 

  • ZY

 

 

Come la precedente siamo difronte ad un marchio in ogni caso di un livello superiore ai soliti ignoti componenti che trovate in rete. Possiamo dire che seguire queste diciture ci aiuta a scegliere in qualche modo un prodotto di qualità, e comunque come gli originali assemblati in Cina.

 

  • JK

 

 

Nulla di diverso dalle precedenti, l’unica differenza che posso farvi è che la GX è la più famosa e più affidabile. Come le altre anche questa presenta display Hard OLED, Soft OLED o In-Cell, ma non sempre sul mercato italiano troviamo tutte le varianti. Potete trovare il tutto sicuramente sul sito Aliexpress, ci sarà da attendere quasi 1 mese per ricevere la merce ma avrete più scelta e prezzi più economici.

 

  • HE

 

 

Questo è un marchio molto presente nel marcato italiano, sempre made in China, ma leggermente più economico e comunque di buona qualità. Tengo a precisare che può sempre capitare un display difettato. Ciò è capitato proprio a me, acquistando un display di marca HE mi sono accorto che aveva un pixel centrale difettoso, in poche parole la sua colorazione era verde fisso. In alcuni casi problemi come questi sono risolvibili ma conviene sicuramente rispedire il componente al venditore e farselo sostituire. In conclusione ha un ottimo rapporto Qualità/Prezzo.

 

Naturalmente per l’acquisto degli stessi segui questa guida dove ti elencherò anche quelli già selezionati da me e quindi più sicuri , clicca su “Sostituzione display iPhone, come riconoscere i migliori“.

 

 

Cosa accade dopo la sostituzione di un display iPhone X o superiore?

 

Una delle cose che la maggior parte dei tecnici li fuori non vi dice è che dopo la sostituzione di un display su iPhone 8 o superiore (iPhone X ecc), si perde l’utilizzo dell’opzione True Tone. Ma di cosa stiamo parlando, cos’è il True Tone e se è possibile in ogni caso ripristinarlo.

 

Cos’è il True Tone

 

 

 

Il True Tone è un opzione che se selezionata regola la luminosità e il colore del display automaticamente in base alla luce circostante, ovvero adatta il tutto per rendere l’immagine più veritiera possibile. Perché più veritiera? quella che osserviamo normalmente è differente? No, ciò che accade è che attraverso i nostri occhi un foglio di carta bianco appare più o meno dello stesso “colore” in qualsiasi situazione noi lo guardiamo, ad esclusione della quantità di luce, sia che questo viene osservato al chiuso che all’aperto. Invece se osserviamo la schermata bianca di un iPhone x questa non appare con un bianco chiaro, ma piuttosto un tendente al giallo. Questo perché il nostro cervello sta tentando di ottimizzare i riflessi della luce, che in realtà non ci sono. Per ovviare al problema, Apple, ha messo in gioco il nuovo True Tone display. Questo permette di stabilizzare il bianco in base alla luce ambientale. Il risultato è che sembrerà di avere un foglio bianco (e non giallo) davanti a noi quando si leggerà qualcosa sui nuovi display.

 

 

 

E’ possibile ripristinarlo?

 

In ogni caso appena sostituito il display, come si evince dalla foto non sarà più possibile attivare questa opzione. Ciò non è un gran danno, anzi alcuni neanche se ne accorgono ma nel caso voi vorreste comunque l’opportunità di attivarla vi è la possibilità di ripristinarla sul nuovo display, importante è non buttare il vecchio display sostituito in quanto quest’ultimo dovrà esser collegato ad una Box o programmatore che salverà dei dati e una volta collegato il nuovo display alla stessa box li riverserà sullo stesso riabilitando l’opzione True Tone.

 

 

Non tutti i tecnici sono provvisti di questa Box, e quindi non tutti ne parlano, ma se lo ritenete necessario richiedete la riabilitazione del True Tone che è sempre possibile e se lo stesso vi dirà il contrario fatevi ridare il display originale sostituito cosi da permettere a qualche altro tecnico più fornito di poter anche in futuro riabilitare l’opzione.

 

PS: Se ti è stato utile questo articolo, potresti mettere un “Mi piace” alla mia pagina facebook? Cosi avrai nota di ogni articolo futuro e potrai interagire con me per qualsiasi problematica in campo informatico. Trovi il pulsante in alto a sinistra dello schermo. Grazie per il tuo interesse.

 

 

Commenti
Facebook